Il Mare Grande Parco Pubblico

La Provincia di Barletta Andria Trani, nell’ambito delle iniziative del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) e del Progetto Strategico Territoriale “PST3 Sistema Costiero”, ha deciso di ricorrere alla procedura concorsuale (ai sensi degli art. 152, 153, 154, 155 del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50) per ottenere, attraverso il confronto di più proposte, quella che presenta il miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività, in relazione alle specifiche esigenze da soddisfare e prestazioni da fornire.

Tipo di procedura

CONCORSO di PROGETTAZIONE - CIG: 6933295009

Al presente Concorso di Progettazione si applica la disciplina del Capo IV (artt. 152, 153, 154, 155) del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50; esso costituisce la modalità con cui la Provincia, per conto dei Comuni sottoscrittori del Protocollo di Intesa, intende acquisire servizi preliminari ed avanzati per successivi livelli di approfondimento progettuale.
Il Concorso di Progettazione si svolge mediante procedura aperta, in forma anonima, articolata in un unico grado, preceduta da una pre-qualificazione, aggiudicato con i criteri indicati negli Allegati 1 e 2 del Bando.
La partecipazione alla preselezione è aperta a tutti coloro che soddisfano i requisiti di ammissione, i quali dovranno presentare un curriculum, corredato da un dossier di presentazione. Al termine della valutazione da parte di una commissione giudicatrice, saranno selezionati 10 progettisti che verranno contemporaneamente invitati a partecipare al concorso di progettazione.

In ossequio al comma 5 dell’art. 152 del D.Lgs 50/2016, la Provincia di Barletta Andria Trani si riserva di decidere, qualora l’Amministrazione provinciale non affidi al proprio interno i livelli successivi di progettazione,  se avviare le successive fasi di progettazione relative al progetto di fattibilità tecnica ed economica vincitore. In tal caso, al vincitore del concorso verrà affidato, con procedura negoziata senza bando, ai sensi dell’Art. 63, co.  4 del D.Lgs n. 50/2016, l'incarico per la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva ed il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, purché in possesso dei requisiti di cui al punto 2.4 del Bando Integrale.

Ai sensi dell’art. 152, comma 5, del D.Lgs. 50/2016, l’importo del corrispettivo per il predetto incarico è stabilito in € 495.752,77 oltre IVA ed oneri, come da prospetto di calcolo allegato al presente avviso.
Si precisa che l’affidamento dei successivi livelli di progettazione è una facoltà dell'Amministrazione, senza che il professionista vincitore del concorso possa richiedere risarcimenti o indennità comunque denominate. In ogni caso la somma assegnata come premio al vincitore sarà detratta dalla somma dovuta a fronte dello svolgimento dell’incarico professionale da determinare e concordare fra le parti al momento dell’assegnazione dello stesso.

Svolgimento/Fasi

La consultazione sarà articolata in un unico grado, o fase, preceduta da una pre-qualificazione, e più precisamente:
PRE-QUALIFICAZIONE
La selezione dei partecipanti è aperta a tutti i professionisti in possesso dei requisiti di cui al punto 2.4  del Bando Integrale. La pre-qualificazione sarà finalizzata ad individuare n. 10 (dieci) candidati/raggruppamenti da ammettere alla fase concorsuale, sulla base della documentazione di cui al punto 3.1 del Bando Integrale e secondo i criteri di valutazione di cui all’Allegato 1.
FASE-CONCORSUALE
I 10 (dieci) candidati/raggruppamenti selezionati dovranno elaborare una proposta conforme alla normativa urbanistica ed edilizia vigente alla data di pubblicazione del bando e sulla base di quanto specificato nel Bando in ordine alle finalità e prestazioni richieste. Le proposte saranno valutate rispetto ai criteri di cui all’Allegato 2.

Ente banditore/Contatti

L'Ente banditore è la Provincia di Barletta Andria Trani, Settore Urbanistica, Assetto del Territorio, PTCP, Paesaggio, Genio Civile, Difesa del Suolo.

Piazza Plebiscito, 34
Cap. 76121 - BARLETTA (BT)
Italia

Tel.: +39 0883 1978911
Fax: +39 0883 959710/11

profilo internet del Committente: http://www.provincia.bt.it

E-mail: urbanistica.territorio@provincia.bt.it
PEC: urbanistica.territorio@cert.provincia.bt.it

Premi

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 60.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).

Con tale pagamento, come stabilito dall'art. 152 comma 5 del D.lgs 50/2016, la proprietà della proposta progettuale vincitrice viene acquisita dall'Ente banditore.

Ai concorrenti risultati secondo e terzo classificato sarà riconosciuto rispettivamente un rimborso spese di € 15.000,00 ed € 10.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).

Finalità

Il Concorso di Progettazione ha l’obiettivo di attuare il protocollo di intesa per il Programma di Rigenerazione Territoriale costiera (art. 6 L.R. 21/2008) “il mare grande parco pubblico”, sottoscritto il 14 novembre 2014, tra i Comuni costieri di Margherita di Savoia, Barletta, Trani, Bisceglie, Provincia BAT, Regione Puglia, Autorità di Bacino, Politecnico di Bari, Università di Chieti-Pescara (nel seguito “Protocollo di Intesa”), in continuità con l’Accordo di Programma tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Regione Puglia per la Riqualificazione e rigenerazione territoriale dell’ambito costiero della Provincia di Barletta Andria Trani (nel seguito “Accordo di Programma”).
La Provincia di Barletta Andria Trani intende ricorrere al concorso di Progettazione dovendo affrontare problemi che per la loro natura complessa a multi-obiettivo, consentono varie possibilità di impostazione, per cui i concorrenti sono chiamati a presentare proposte organizzate in testi e grafici.
In particolare il Concorso di Progettazione, si identifica come modalità operativa per l’acquisizione e la elaborazione di una proposta integrata e sistemica (Masterplan) riferita all’intera area costiera provinciale, con le necessarie ed opportune declinazioni alla scala comunale. Il Concorso di Progettazione concorre all’attuazione del Progetto Strategico Territoriale del PTCP “PST3 Sistema Costiero”; esso si colloca nel contesto legislativo regionale della L.R. 21/2008 “Norme per la rigenerazione Urbana”, individuando come riferimento strumentale e procedurale quello del Programma di Rigenerazione Territoriale così come definito dalla L.R. 21/2008, più specificatamente il Documento Programmatico per la Rigenerazione Territoriale (nel seguito “DPRT”) - art. 3 L.R. 21/2008 - quale atto preliminare per l’avvio della procedura di elaborazione ed approvazione del Programma di Rigenerazione Territoriale (artt. 2,4 L.R. 21/2008).
Tale elaborazione dovrà essere sviluppata sulla base del “Documento di Indirizzo per la redazione del Masterplan” allegato all’Accordo di Programma ed approvato con Deliberazione Presidenziale n.52 del 29/12/2016. Tale documento individua i contenuti e gli obiettivi da perseguire, sia per gli interventi oggetto di finanziamento nel predetto Accordo di Programma sia per quelli da progettare nell’ambito delle previsioni del Masterplan.


Masterplan

Il sistema di riferimento del MASTER-PLAN è definito dall’intera fascia costiera provinciale così come individuata nell’ambito del Progetto Strategico Territoriale del PTCP “PST3 - Il sistema costiero” e del Progetto Territoriale per il paesaggio regionale del PPTR “La valorizzazione e la riqualificazione integrata dei paesaggi costieri”.
Le caratteristiche ed i contenuti del MASTER PLAN sono quelli del DPRT (Documento Programmatico di Rigenerazione Territoriale) integrati con:
l’individuazione di tutte le azioni e degli interventi puntuali proposti a partire dall’inquadramento degli interventi a titolarità comunale di cui all’Accordo di Programma (annualità 2016, 2017, 2018), comprensivo dei cinque interventi da sviluppare a livello di fattibilità tecnico economica e degli ulteriori interventi proposti da attuarsi con risorse a valere della programmazione regionale 2014-2020;
le fasi attuative, il cronoprogramma;
l’individuazione, nella logica pluri-fondo, delle diverse fonti di finanziamento con particolare riferimento al POR Puglia 2014-2010.

Gli interventi proposti dovranno essere finalizzati al conseguimento di più obiettivi generali tra loro integrati:
la difesa della costa dai processi di arretramento;
la qualità delle acque;
fruizione multi-obiettivo.

Il DPRT da sviluppare secondo le indicazioni del “Documento di Indirizzo per la redazione del Masterplan” si caratterizza per essere un elaborato di orientamento strategico per gli interventi progettuali puntuali e di programmazione economica, a partire ed in continuità con le risorse contingenti derivanti dalla Legge di Stabilità 2016 (art. 1, comma 364) per le annualità 2016-2017-2018 e rispetto a quelle risorse derivanti dal POR Puglia 2014-2020.
Temi

Il concorso di progettazione ha come obiettivi l’ideazione ed elaborazione del Masterplan per la “Riqualificazione e rigenerazione territoriale dell’ambito costiero della Provincia di Barletta Andria Trani” nell’ambito del quale sviluppare, a livello di progettazione di fattibilità tecnico economica, cinque interventi in chiave strategica, integrati ed in continuità con quelli inseriti nell’Accordo di Programma e con quelli indotti da eventuali iniziative private.
I partecipanti hanno piena libertà di progettazione nel rispetto delle leggi, delle normative vigenti, degli strumenti di pianificazione regionale, provinciale e comunale e delle indicazioni del Bando.
Progetti di fattibilità

Nell’ambito degli interventi previsti nel Masterplan, cinque interventi ritenuti strategici secondo le indicazioni del Documento di Indirizzo, verranno sviluppati a livello di Progetto di fattibilità tecnico economica.
Il quadro economico per ciascun progetto di fattibilità avrà come valore di riferimento minimo per l’ammissibilità della proposta, l’importo complessivo di € 5.000.000,00 comprensivo di lavori e somme a disposizione dell’ente.

Nell’ambito degli obiettivi generali di cui al paragrafo precedente, gli interventi da sviluppare saranno finalizzati al conseguimento degli obiettivi specifici di seguito riportati:
riequilibrare il rapporto costruito - ambiente naturale, bloccare lo spreco di territorio attraverso un pieno riuso degli spazi già urbanizzati e incentivando il recupero di immobili di proprietà pubblica a servizio della collettività, attivare azioni di ripristino e tutela degli ambiti urbani di pregio ambientale in chiaro stato di abbandono;
perseguire l’obiettivo della qualità globale intesa come sintesi della qualità urbana, architettonica, degli spazi pubblici, sociale, economica, ambientale, energetica, culturale e paesaggistica degli interventi di rigenerazione urbana, anche riqualificando gli spazi aperti e gli spazi urbanizzati sulla costa di servizi ed attrezzature;
razionalizzare il sistema delle comunicazioni viarie, di accesso e stazionamento alle marine, razionalizzare il traffico veicolare che risulta essere oggi un deterrente per un livello accettabile di vivibilità e sostenibilità sociale, incentivando la mobilità lenta e i percorsi eco - compatibili;
riequilibrare il rapporto uomo - ambiente naturale, rivedendone le funzioni e il grado di utilizzo, rinaturalizzazione degli ambiti naturali di pregio, protezione da detrattori artificiali e protezione attiva e passiva delle peculiarità paesaggistiche;
esplicitare gli interventi che, nel loro insieme, determinano la qualità di una trasformazione urbana per consentire una valutazione trasparente dei processi in corso a tutti i soggetti direttamente o indirettamente coinvolti, governare i mutamenti, convertendoli in occasioni di progresso urbano, anziché subirne le conseguenze;
integrare discipline, interessi diversi e competenze specifiche nella chiara individuazione di ciò che costituisce l’interesse collettivo e riconoscere il ruolo insostituibile delle decisioni condivise che possono essere assunte solo all’interno del campo di competenze Pubbliche, nel quadro del corretto riconoscimento del ruolo del Privato economico e del Privato collettivo,
innescare azioni diffuse di rigenerazione urbana, che creino il contesto più adatto per aumentare la qualità della vita di tutti e di ciascuno in un quadro di coesione sociale e di capacità competitiva e aprire la riflessione sulle modalità di rigenerazione anche di quelle parti di città e delle marine costruite prevalentemente tra gli anni ’50 e '90 del secolo scorso, che hanno esaurito il proprio ciclo economico e sono in stato di grave degrado fisico e spesso sociale.

Considerata la necessità di garantire una unitarietà dell’intera proposta, che assicuri la continuità tra la scala del Master Plana e la scala locale dei progetti,  per ciascuno degli interventi sviluppati in coerenza con il Masterplan andranno approfonditi i seguenti aspetti:
la specifica correlazione, nella logica pluri-fondo, delle tipologie di opere previste con gli Assi prioritari del POR Puglia 2014-2020 ai fini della finanziabilità;
il cronoprogramma di attuazione dell’intervento, comprensivo delle fasi progettuali ed autorizzative;
le possibili criticità, i rischi ambientali, autorizzativi, commerciali e finanziari, connessi alla sua realizzazione;
le prime indicazioni per minimizzare e/o compensare l’impatto dei rischi individuati.

Gli interventi da sviluppare dovranno interessare obbligatoriamente ognuno dei quattro Comuni inseriti nell’Accordo di Programma, curandone la coerenza e l’integrazione con quelli inseriti nello stesso Accordo, mentre il quinto, di carattere sovra comunale, riguarderà obbligatoriamente il completamento della ciclovia costiera provinciale (nell’ambito della “Biciltalia” rete ciclabile nazionale “Ciclovia Adriatica BI6”) nei tratti costieri non interessati da ciclovie costiere esistenti: Zapponeta - Margherita di S.; Margherita di S. - Barletta (Fiume Ofanto); Barletta - Trani; Trani - Bisceglie; Bisceglie - Molfetta

Prequalificazione/Scadenza

La selezione dei partecipanti è aperta a tutti i professionisti in possesso dei requisiti di cui al punto 2.4 del Bando Integrale. La pre-qualificazione sarà finalizzata ad individuare n. 10 (dieci) candidati/raggruppamenti da ammettere alla fase concorsuale, sulla base della documentazione di cui al punto 3.1 del Bando e secondo i criteri di valutazione di cui all’Allegato 1.
Per la partecipazione alla pre-qualificazione del Concorso di Progettazione, i candidati  dovranno presentare, pena l’esclusione, un unico plico, chiuso con modalità idonee ad evitare effrazioni e controfirmato sui lembi di chiusura, deve riportare la seguente dicitura “CONCORSO DI PROGETTAZIONE “IL MARE GRANDE PARCO PUBBLICO  il nome e l’indirizzo del concorrente o, in caso della formazione di gruppi, quelli del Capogruppo.

Il plico conterrà due Buste contenenti rispettivamente la seguente documentazione:

BUSTA “A” DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

-
a) istanza di partecipazione al concorso come da schema Allegato (A) del bando;

-
b) composizione del gruppo di lavoro, come da schema Allegato B del bando;

-
c) dettaglio dei requisiti posseduti, coma da schema Allegato C del bando;

-
d) ricevuta di pagamento del contributo all’A.N.A.C.;

-
e)  “PASSOE” di cui all’art. 2, comma 3.2 delibera n. 111 del 20 dicembre 2012 dell’ANAC;

-
f) in caso di raggruppamento: apposita dichiarazione contenente l’impegno che, in caso di affidamento dei successivi livelli                         di progettazione, i soggetti associati si conformeranno alla disciplina prescritta dall’art. 48 del D.Lgs. 50/2016. Detta dichiarazione dovrà, altresì, recare, la specificazione del capogruppo, delle parti del servizio da eseguirsi dai singoli operatori riuniti e dovrà essere sottoscritta dai rappresentanti legali di tutti i soggetti raggruppati.

Nel caso di partecipazione in raggruppamento temporaneo costituito o da costituirsi, l’istanza dovrà essere presentata da tutti gli operatori componenti il raggruppamento e dovrà essere sottoscritta da ciascun legale rappresentante di tutti gli operatori componenti il raggruppamento. Inoltre tutti gli operatori del raggruppamento dovranno sottoscrivere l’atto di impegno a costituire il raggruppamento in caso di affidamento dell’incarico.

BUSTA “B” DOSSIER DI PRESENTAZIONE

- a) Dossier di presentazione costituito da massimo 15 pagine inclusa copertina, che sarà restituito, in formato A4, (fronte o fronte/retro, ma non superiori a 15 facciate) nel numero di 2 copie, che sarà così organizzato:
1) Copertina riportante il titolo “Dossier di presentazione” e i nomi del concorrente o dei componenti il gruppo di progetto. Dovrà riportare il nominativo ed il recapito del capogruppo mandatario a cui inviare eventuali comunicazioni successive.

2) Massimo nr. 1 pagina stampata su un solo fronte di presentazione del singolo professionista o del gruppo di progettazione con specificazione e descrizione sintetica delle competenze di ogni soggetto in relazione all’oggetto del concorso.

3) Massimo nr. 2 pagine stampate su un solo fronte dedicate al curriculum professionale e scientifico di tutti i componenti il gruppo o del singolo concorrente. Eventuali parti eccedenti le 2 facciate non saranno tenute in considerazione.

4) Massimo nr. 1 pagina con l’elenco delle principali attività svolte più rappresentative, a giudizio del concorrente, attinenti al tema del concorso, incluso eventuali studi di fattibilità.

5) Massimo nr. 10 pagine stampate su un solo fronte di immagini e testi che illustrino al massimo nr. 5 attività svolte, a giudizio del concorrente, con particolare - ma non esclusivo - riferimento al tema del concorso. L’illustrazione delle attività svolte deve contenere le seguenti informazioni:

- breve descrizione del servizio tecnico affidato;
- incaricato/incaricati del servizio tecnico;
- dati dimensionali (superfici, volumi, ecc.), temporali (anno di approvazione, anno di inizio, anno di conclusione) e di investimento (costi) inerenti il servizio tecnico;
- committente;
- ruolo e prestazione professionale svolta nel servizio tecnico dal concorrente o dal componente del raggruppamento.
- b) CD ROM contenente la versione in pdf. Della documentazione presentata.

Il termine ultimo per la consegna della candidatura alla procedura di pre-qualificazione è fissato

alle ore 12:00 del 03/08/2017

Tutta la documentazione deve essere consegnata - a mano o tramite corriere - presso l'indirizzo:

Provincia di Barletta Andria Trani
Settore Urbanistica, Assetto del Territorio, PTCP, Paesaggio, Genio Civile, Difesa del Suolo
Piazza Plebiscito, n. 34 - 76121 BARLETTA

Il termine ultimo per la consegna degli elaborati della fase concorsuale è fissato alle ore 12:00 del giorno 10/01/2018 (data presunta).


Click for new image
Inserire il codice CAPTCHA prestando attenzione a Maiuscole e Minuscole
New question

Commissione giudicatrice

La Commissione giudicatrice sarà composta da 3 (tre) membri effettivi, uno interno all’Ente banditore, in qualità di Presidente, e due esterni, aventi esperienza nello specifico settore oggetto del presente concorso, individuati nell’ambito di rose di nominativi segnalati dalle Università, dall’Ordine degli Ingegneri, dall’Ordine degli Architetti.
La Commissione giudicatrice si avvarrà di un segretario, senza diritto di voto, scelto dall'Ente banditore.
I componenti della Commissione giudicatrice saranno nominati dopo la scadenza del termine per la presentazione delle candidature. Della nomina e relativa composizione della Commissione giudicatrice sarà data notizia sul sito internet istituzionale dell’Ente Banditore e sul sito dedicato alle attività concorsuali oggetto del Bando Integrale.
Le sedute della Commissione giudicatrice sono valide con la presenza di tutti i componenti. Le decisioni della Commissione giudicatrice sono prese a maggioranza.
I lavori della Commissione giudicatrice si svolgeranno in una o più sedute riservate; di esse saranno redatti appositi verbali sottoscritti da tutti i componenti e custoditi dal Segretario.

Non possono far parte della Commissione Giudicatrice:
i concorrenti, i loro coniugi o conviventi e i loro parenti e affini fino al quarto grado compreso;
i datori di lavoro e i dipendenti dei concorrenti e coloro che abbiano in corso con loro un rapporto di lavoro o altro rapporto notorio. Si intende per rapporto notorio quella situazione di condivisione, anche del medesimo ambiente di lavoro, che abbia dato luogo ad una reciproca compenetrazione delle rispettive attività professionali dal punto di vista tecnico-organizzativo.

In ogni caso, ai componenti della Commissione giudicatrice si applicano le disposizioni in materia di incompatibilità e di astensione di cui all’art. 77, comma 6, del D.Lgs. 50/2016.


Comunicazioni

04 luglio 2018
Avviso

Si porta a conoscenza che con Determinazione Dirigenziale n. 427 del 22.05.2018 si è proceduto all'approvazione della graduatoria finale del Concorso formulata dalla Commissione Giudicatrice.

Determina 427 del 22.05.2018


21 marzo 2018
Avviso

Si comunica che ai sensi del punto 3.2.1 del Bando di Concorso il giorno 23 marzo 2018 alle ore 15,00 presso la sede del Settore Urbanistica, Assetto del Territorio, PTCP, Paesaggio, Genio Civile, Difesa del Suolo, Piazza Plebiscito n. 34, l’Ente banditore procederà in seconda seduta pubblica, alla lettura del verbale finale della Commissione Giudicatrice contenente la graduatoria finale e all’apertura dei plichi A “Documentazione Amministrativa” con l’associazione del numero assegnato al Plico con i nominativi dei concorrenti.


01 marzo 2018
Avviso

Si comunica che per effetto del punto 3.2.1 del Bando di Concorso la Commissione procederà in seduta pubblica, il giorno 5 marzo 2018 alle ore 10,00 presso la sede del Settore Urbanistica, Assetto del Territorio, PTCP, Paesaggio, Genio Civile, Difesa del Suolo, Piazza Plebiscito n. 34, all’apertura dei plichi pervenuti e alla verifica della documentazione in essi contenuta.

11 dicembre 2017
Avviso

Nell'ambito delle attività espletate dallo scrivente Settore in relazione all'accordo di Programma tra il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Regione Puglia per la "Riqualificazione e rigenerazione territoriale dell'ambito costiero della Provincia di Barletta Andria Trani", è stata aggiornata la piattaforma Web-Gis dedicata con l'integrazione di un ulteriore strato informativo per l'intero litorale costiero Geotiff del DEM ottenuto dal rilievo batimetrico:


29  settembre 2017
Graduatoria dei Soggetti da invitare alla fase concorsuale, di cui al punto 3.2 del Bando di Concorso

Si rende noto che con Determinazione Dirigenziale n. 56 del 29.09.2017 (n.1121 del 29.09.2017  del R.G.) è stata approvata la graduatoria finale dei Soggetti da invitare alla fase concorsuale, di cui al punto 3.2 del Bando di Concorso, che di seguito si riporta:
GRADUATORIA FINALE
Graduatoria Nr. Ord. Ditte Ammesse Punteggio finale
1 11 HYDRODATA - hydrodatapec@registerpec.it - Torino 98,990
2 6 PROGETTI e OPERE srl - Viale delle Magnolie, 36 - 90144 PALERMO 98,330
3 2 RINA Consulting spa -HYPERLINK "mailto:rinaconsulting@legalmail.it"rinaconsulting@legalmail.it - Genova 97,310
4 4 Consorzio stabile IENCON Integrated Engineering - Consortium HYPERLINK "mailto:iencon@pec.it"iencon@pec.it - Roma 91,970
5 5 ALPHATECH Associazione professionale -roberto.chieffi@ording.na.it - Napoli 86,640
6 8 ACQUATECNO srl - acquatecno@pec.it - Roma 84,640
7 7 Ing. Primo STASI (ETACONS srl) - Piazzetta San Giovanni dei Fiorentini, 1 73100 LECCE 80,640
8 1 SERING Ingegneria srl -seringingegneria@legalmail.it - Palermo 79,950
9 9 s.b.arch. - Studio Bargone Architetti Associati - via del Colle di Mezzo, 15 - 00143 ROMA 59,620
10 3 GPO Ingegneria y Architettura SLU - c/o BDFARCHITETTI via Abate Gimma, 88 - BARI 53,285
21  settembre 2017
Avviso

Si comunica ai sensi e per gli effetti del punto 3.1.1 del Bando di Gara in oggetto che la Commissione di Gara nominata proseguirà i propri lavori in seduta pubblica, presso gli Uffici della Provincia di Barletta Andria Trani a Barletta Piazza Plebiscito n.34, Lunedì 25 Settembre 2017 alle ore 15,00.


06  settembre 2017
Avviso

Si comunica ai sensi e per gli effetti del punto 3.1.1 del Bando di Gara in oggetto che la Commissione di Gara nominata, Martedì 12 Settembre 2017 alle ore 15,00,  procederà i propri lavori in seduta pubblica presso gli Uffici della Provincia di Barletta Andria Trani a Barletta, Piazza Plebiscito n.34.


23  agosto 2017
Nomina Commissione giudicatrice

Si comunica che con Determinazione Dirigenziale del Settore Urbanistica, Assetto Territorio, PTCP, Paesaggio, Genio Civile, Difesa del Suolo, n. 45 del 23.08.2017 è stata nominata la Commissione Giudicatrice del Concorso.
La Commissione risulta così composta:
Presidente della Commissione Giudicatrice: Ing.Vincenzo GUERRA, Dirigente Provincia di Barletta Andria Trani;
Commissario: Prof. Leonardo DAMIANI - Ordinario in Costruzioni Marittime - Politecnico di Bari;
Commissario: Ing. Francesco LACAVALLA - Libero professionista - Ordine degli Ingegneri della provincia BAT;
Segretario Verbalizzante: Ing. Francesco LOMORO, P.O. Provincia di Barletta Andria Trani.

Contestualmente si comunica che per effetto del punto 3.1.1. del Bando la Commissione procederà in seduta pubblica, il giorno 30.08.2017 alle ore 10,00, presso la sede del Settore Urbanistica, Assetto Territorio, PTCP, Paesaggio, Genio Civile, Difesa del Suolo di Barletta, Piazza Plebiscito, n. 34, all’apertura dei plichi e alla verifica della documentazione in essi contenuta.

28  luglio 2017


Si comunica che ai sensi dell’art. 2.13 del bando di Concorso è scaduto il termine per la presentazione dei quesiti e richieste  di informazioni.


Bando integrale

Bando integrale Concorso di progettazione
Allegato A
Allegato B
Allegato C


Il bando integrale costituisce l'unico riferimento per la partecipazione e la gestione dell'intera fase concorsuale.

Convegni e Mostre

La Puglia nella sua storia ha incontrato il mare in ambienti di umanizzazione intensa e continua sotto il profilo degli usi, che siano porti, foci, approdi in una sequenza ritmica e puntiforme tale da immaginare quasi un tutt’uno tra terra e mare come una “pianura liquida” (Braudel).

Tuttavia la storia recente mostra come la grande attrattività del mare rispetto ai nuovi usi abbia indotto il Piano Paesaggistico Territoriale Regionale a provvedere azioni rigenerative volte a reinterpretare il mare come grande parco pubblico della Puglia, destinato alla fruizione pubblica, a salvaguardare l’alternanza storica di spazi inedificati ed edificati lungo la costa, cogliendone al contempo la sua dinamica evolutiva fisica ed insediativa rispetto a scenari di sostenibilità e di erogazione di servizi ecosistemici.

La Provincia di Barletta Andria Trani, nell’ambito delle iniziative di attuazione del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) e del relativo Progetto Strategico Territoriale “PST3 Sistema Costiero” e di quelle a valle del Protocollo di intesa per il Programma di Rigenerazione Territoriale costiera (art. 6 L.R. 21/2008) “il mare grande parco pubblico” (sottoscritto il 14 novembre 2014), ha inteso intraprendere, anche in continuità con l’Accordo di Programma tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Regione Puglia per la Riqualificazione e rigenerazione territoriale dell’ambito costiero della Provincia, una procedura concorsuale per l’acquisizione di proposte progettuali di maggior dettaglio.  Nel senso di non ritenere concluso il processo di costruzione dello scenario strategico territoriale ma bensì proseguire, nella propria dimensione dinamica ed evolvente del PTCP, del Piano Strategico Vision 2020 (prima ancora), fino alla elaborazione di Progetti Territoriali di ulteriore specializzazione.

L’utilizzo dello strumento del Concorso di Progettazione consente infatti, per parti nevralgiche del tessuto insediativo provinciale, la miglior connotazione di quanto a grandi linee definito dello strumento di sviluppo strategico del territorio (Legge n. 56/2014) da trasfondere nell’ambito di progetti puntuali, come generatori di pianificazione locale, curandone il loro innesto nelle reti lunghe per la ricerca di relazioni spaziali e istituzionali.

Il convegno di presentazione delle proposte progettuali che si terrà Giovedi 12 luglio, alle ore 9.00, presso il Teatro Curci di Barletta

Alle ore 13.00 sarà inaugurata la mostra dei progetti presso la Galleria del Teatro Curci

I° CLASSIFICATO

Progettisti:
Progetti e Opere s.r.l. (capogruppo)
Arch. Saito Mauro
Studio Silva s.r.l.
TPS Pro s.r.l.
Ing. Lattarulo Antonello
Dott. Lipparini Carlo Alfonso
Ing. Mancini Daniela

Consulenti/collaboratori
Prof. Ing. Tomasicchio Roberto
Prof. Arch. Stanghellini Stefano
Geol. Paltrinieri Diego
Relazione generale

La strategia ambientale di progetto per la rigenerazione della fascia costiera della BAT si fonda su un assunto semplice: restaurare il delicato equilibrio del paesaggio che caratterizzava l’originario limite fra terra e mare. Una serie di interventi di modifica rilevante della costa, generati da fattori economici e infrastrutturali, hanno alterato profondamente l’andamento del profilo costiero generando ulteriori dinamiche di forte erosione ovvero di ampia espansione a mare della costa. Le tematiche affrontate in ciascun sito, discendono dalla presa di coscienza che l’intera Provincia offra un ampio substrato culturale, che non trova una diretta coerenza con l’offerta legata alla fruizione costiera per balneazione e tempo libero. Le cause nei singoli casi sono differenti, ma sono legate dal fil rouge dell’occupazione delle fasce frontaliere con edilizia o residenziale o produttiva priva di qualità, che ha indotto anche una limitazione dell’accesso pubblico al mare e peggiorato la qualità delle acque.
I temi di rigenerazione della costa affrontati riguardano in genere la possibilità di ricongiungere la terra con il mare attraverso interventi di ricucitura ambientale paesaggistica congrui e sostenibili nei siti diversi affrontati come “casi studio” collegati fra loro da una nuova percorribilità di valore paesaggistico. Gli interventi di rigenerazione fanno riferimento a tecniche di ingegneria ambientale e naturalistica poco invasive che si fondano anche su principi di economia circolare e sostenibile. Il progetto tende a ristabilire il naturale equilibrio fra terra e mare, fra spazio pubblico destinato alla balneazione e al tempo libero e attività produttive tradizionali del settore agricolo e manifatturiero con modalità aggiornate e sostenibili di produzione.
II° CLASSIFICATO

Progettisti:
Acquatecno s.r.l. (capogruppo)
Mobilityinchain s.r.l.
Arch. Ferrer Immaculada Jansana
Arch. Maffiola Paolo Antonio Maria
Arch. D'Addato Sergio
Arch. Giuliani Massimo
Arch. Morenghi Licia
Avv. Clarizio Luca Alberto
Arch. Calabella Domenico
Arch. Campagna Federica
Relazione generale

Per la sua unicità storica e bellezza, il sistema costiero dovrebbe rappresentare un carattere strutturale da tutelare e valorizzare, a cui agganciare una strategia che punti a contrastare, attraverso la salvaguardia dei varchi costieri residui, la formazione lineare continua dell’urbanizzazione.
MARGHERITA DI SAVOIA: A partire dal recupero del porto e dalla riqualificazione paesaggistica delle aree di pregio ambientale, con la valorizzazione dell’originario paesaggio acquatico della Salina, si propone il disegno di un parco naturale nelle aree a pregio ed in quelle della salina per ricostruire un parco del sale. Si prevede la riqualificazione del porto canale, cdi due piazze sul mare: una a servizio della cantieristica
navale, l’altra dedicata ad attività ricreative e polifunzionali.
BARLETTA: Lo studio attraverso la realizzazione di un'area naturalistica si propone di favorire la piacevole e consapevole fruizione di questi ambienti naturali, nuovi percorsi pedonali, recupero di antichi sentieri creati dai contadini, nuove strutture in pietra a secco e legno funzionali alla fruizione e gestione dell'oasi
TRANI: Il progetto pone azioni finalizzate alla riqualificazione ambientale paesaggistica del tratto di costa antistante ex distilleria Angelini e delle sue  aree scoperte  ricadenti in zona demaniale. L’obiettivo è creare una vera e propria passeggiata a mare di forte valore storico culturale ed ambientale permettendo una inedita percezione visiva da ovest di tutti i monumenti presenti che si conclude con il prospetto principale
della Cattedrale
BISCEGLIE: Il progetto promuove la riqualificazione ambientale ed ecologica dei luoghi attraverso un progetto di paesaggio che sostenga la rinaturalizzazione del varco ecologico verso il mare sino alla foce in
zona Pantano. Il progetto prevede la sistemazione dell’insenatura di Cala Pantano attraverso la razionalizzazione e progettazione di un approdo a servizio di piccole imbarcazioni a fini diportistici e sportivi
III° CLASSIFICATO

Progettisti:
Hydrodata s.p.a. (capogruppo)
ARKE' Ingegneria s.r.l.
Arch. Altomare Ester
Arch. Dicuonzo Raffaella
Ing. Francavilla Salvatore
Ing. Lacavalla Savino
Ing. Nobile Biagio
Arch. Rizzi Silvano

Consulenti/collaboratori
Dott. Giletti Federico
Dott.ssa Gioscia Elena
Relazione generale

A Smeraldina, città acquatica, un reticolo di canali e un reticolo di strade si sovrappongono e s'intersecano. Per andare da un posto a un altro hai sempre la scelta tra il percorso terrestre e quello in barca: e poichè la linea più breve tra due punti a Smeraldina non è una retta ma uno zigzag
[I. Calvino]

La proposta individua 3 modalità di attraversamento lento-esplorazione:
•• La "bicinbarca", il servizio di messa in rete dei porti della provincia pensato anche per il trasporto bici e di connessione con il Gargano;
•• La rete delle "acque calme", un circuito di piccoli approdi per natanti. Finalizzato a dare un altro punto di vista del nostro territorio dal mare;
•• Gli itinerari ciclo-pedonali, che supportano le reti ciclabili nazionali, offrono spunti di esplorazione del territorio con occhi curiosi di turisti.

Sintesi dei progetti di approfondimento:
Margherita: difesa del territorio costiero comunale, prima fonte economica, attraverso azioni finalizzate a preservare e restituire al litorale la sua naturalità;
Barletta:crescita del potenziale del lungomare attraverso la valorizzazione degli orti vicini e il riuso dell'edificio industriale esistente detto sottostazione delle teleferica ATI Sale per attuare la legalità del sito e restituirlo alla città con funzioni turistiche, sociali e sportive;
Trani: riconquista di una porzione di costa tra monumenti, industrie dismesse e tessuto urbano attraverso piazze e terrazzamenti funzionali alla messa in sicurezza della falesia;
Bisceglie: promozione di un area vincolata, agro pastorale, sulla costa caratterizzato da specchie, muretti a secco e approdo spontaneo. Imput per la realizzazione di un pontile per l'ormeggio dei natanti e relativi servizi al turismo. Ricostruire il rapporto primordiale tra natura e uomo.
Provincia Barletta Andria Trani
Servizio Assetto del Territorio del Settore Urbanistica, Assetto del Territorio, PTCP, Paesaggio, Genio Civile, Difesa del Suolo